La Torre fa “cappotto”: Palio e Giostra

Si è tinto dei colori rosso blù e giallo il cielo di Bagno a Ripoli per celebrare il trionfo della Contrada Torre che ottiene un “cappotto” vincendo sia il Palio sia la Giostra della Stella quest’ultima grazie al cavaliere aretino Gabriele Gamberi.
Dopo il forzato rinvio di domenica scorsa, causa la pioggia che aveva reso impraticabile la “conca dei giardini”, ieri si sono potute disputare tutte le gare come da programma: nel pomeriggio i giochi popolari che hanno subito evidenziato la superiorità degli atleti della Contrada di “Quarto” che, al termine, avevano accumulato un vantaggio incolmabile per gli avversari con ben 30 punti contro i 27 della Contrada Cavallo ed i 19 del Mulino e che assicuravano già la vittoria del Palio (assegnato alla Contrada che ottiene più punti nelle cinque gare popolari e nella Giostra a cavallo).


La sera poi la Giostra della Stella preceduta dal sontuoso corteo storico in abiti rinascimentali: e qui giove pluvio ha voluto metterci lo zampino poiché, a corteo in corso, è iniziato a piovere.
Gli organizzatori, a cui va un plauso per come hanno saputo gestire ed organizzare la manifestazione, hanno immediatamente modificato la scaletta dando la priorità alla disputa della giostra a cavallo.
Prima dell’inizio della sfida il Maestro di campo Roberto Parnetti ha chiesto al pubblico di osservare un minuto di silenzio in ricordo di Gianluca Baldi cavaliere vincitore delle prime due edizioni della Giostra del 1986 e 1987 prematuramente scomparso lo scorso luglio.
E mentre la pioggia fortunatamente cessava sono stati chiamati in campo i cavalieri nell’ordine di tornata: Gabriele Gamberi per la Contrada Torre in sella Orionte Anglo Arabo Sardo di 10 anni, Maurizio Frulio Contrada Cavallo su Uncas Quarter Horse di 9 anni, Luca Ruggeri Contrada Mulino su Fiorentina Saura Anglo Arabo Sardo di 13 anni ed Enrico Giusti Contrada Alfiere su Con il Cuore Purosangue inglese di 4 anni.


La cronaca vede nella prima tornata (stelle del diametro di 9 cent. per il valore di 5 punti) Frulio e Ruggeri centrare due stelle mentre Gamberi e Giusti una. Da segnalare che il Maestro di Campo ha fatto ripetere la tornata a Ruggeri per un inconveniente, occorso durante la sua prova, allo steccato di delimitazione interno della pista.


Nella seconda tornata le stelle valide (del diametro di 6 cent. per 7 punti ) erano una per Gamberi, Frulio e Giusti mente Ruggeri restava a 0. Nella terza ed ultima tornato il solo ad aver centrato una stella (del diametro di 4 cent. per il valore di 10 punti) è stato Gamberi che gli valeva la vittoria finale con un totale di 22 punti contro i 17 di Frulio, i 12 di Giusti ed i 10 di Ruggeri.


Alla proclamazione dei risultati finali è esplosa la gioia dei contradaioli della Torre (è questo il decimo successo nella storia della manifestazione) capitanati da Teresa Manenti che ottiene un record più unico che raro poiché al suo secondo mandato ha già vinto un Palio e due Giostre della Stella.
Particolarmente euforico anche il cavaliere che, oltre che vincere il suo primo Palio, centra la quarta vittoria in sei edizioni che, nella classifica dei cavalieri più vittoriosi, lo collocano solitario al terzo posto staccato di una sola vittoria da Luca Veneri con Daniele Gori che guida con 8 successi.
Le premiazioni sono state fatte dal Sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini e dalla Presidente dell’Associazione Palio delle Contrade – Giostra della Stella Elena Ciapetti.

(Per le foto si ringrazia Andrea Gianfortuna)