La Contrada Torre vince il 37.mo Palio delle Contrade – Giostra della Stella

Bagno a Ripoli si tinge dei colori rosso azzurri della Contrada Torre che ieri sera, al termine della Giostra della Stella, una dei sei gare valevoli per l’assegnazione del Palio, conquista la sua decima vittoria nella storia della manifestazione con 31 punti totali.

Un vittoria maturata proprio nella Giostra a cavallo grazie al cavaliere Enrico Giusti che otteneva i punti decisivi per veder assegnato il Palio, dipinto da Osvaldo Curandai, alla Contrada per la gioia dei rionali prima fra tutti Teresa Manenti la neo capitana eletta da poche settimane.
La Giostra della Stella è stata ricca di colpi di scena che ha entusiasmato il numeroso pubblico convenuto nella “conca dei giardini” e che hanno assistito ad uno spettacolo appassionante fino all’ultima tornata.
Uno spettacolo che era già iniziato con il sontuoso corteo storico che ha percorso le strade cittadine tra due ali di folla e che ha visto, quali gruppo ospiti, i tamburini e sbandieratori della Città di Pienza (SI), di Cortona (AR) e della Contrada Dragonda di San Secondo Parmense (PR).
Dopo l’ingresso in pista con lo schieramento di tutti gli oltre 300 figuranti, il saluto del capo degli armati, la lettura della grida da parte dell’araldo Sergio Forconi e l’esibizione della filarmonica Luigi Cherubini il Presidente dell’Ass.ne Palio delle Contrade Alessandro Calvelli ha chiesto un minuto di silenzio per le popolazioni colpite dal sisma lo scorso 24 agosto.
Quindi il Maestro di Campo Roberto Parnetti ha dato l’ordine di inizio della disfida cavalleresca.
In campo sono scesi Luca Veneri per la Contrada Cavallo in sella all’esordiente Quarkis, Maurizio Frulio per l’Alfiere su Chica Buena, Gabriele Gamberi per il Mulino su Orionte ed Enrico Giusti sull’esordiente Fiorentina Saura.
Il primo colpo di scena si è avuto nella prima carriera corsa da Giusti con uno dei fari posizionati verso il leone, dove vengono posizionate i bersagli che, a carriera in corso, si spegne e con l’immediata decisione del Maestro di campo di far ripetere la carriera.
Nella seconda tornata Luca Veneri, dopo aver centrato la prima stella, incredibilmente se la vede sfilare dalla spada per un episodio mai verificatosi.

bagno-a-ripoli-2

Nell’ultima carriera, che risulterà decisiva, Gabriele Gamberi è particolarmente abile nel far rimanere la stella infilata nella spada nonostante che la stessa era iniziata a roteare rischiando di cadere.
Ma i colpi di scena non si esaurivano qui poichè, al termine delle tre tornate, risultavano a parimerito con 22 punti Gamberi e Frulio e pertanto è stato necessario fare la somma dei tempi di percorrenza che ha visto premiato Gamberi con un totale di 1:05,43 contro 1:07,88 di Frulio.
Per Gamberi una sorta di “cappotto” poiché avevo già vinto anche la Provaccia, disputata giovedì scorso, curiosamente sempre per la miglior differenza di tempo contro Enrico Giusti.

bagno-a-ripoli-3 bagno-a-ripoli-4

Alla premiazione il Sindaco Francesco Casini e la vice Presidente dell’Ass.ne Palio delle Contrade Elena Ciapetti hanno consegnato due attestati ai due esordienti che hanno corso per la prima volta la “provaccia” ovvero Erika Cherici, prima amazzone della storia della manifestazione, e Niccolò Parnetti cavaliere più giovane con i suoi 15 anni, quindi è avvenuta la consegna del Palio, offerto dalla S.M.S. di Bagno a Ripoli, alla Contrada rossoblù.

bagno-a-ripoli-1
Va così in archivio una gran bella edizione che ripaga dello sforzo sostenuto dal comitato organizzatore, non solo per questa edizione, ma anche per quella dello scorso anno forzatamente annullata a causa della pioggia.