Il Palio delle Contrade alla Giostra dei Rioni di Olmo

E’ finita con il successo dei bianco azzurri del Rione di Olmo Basso, o Centro, l’edizione 2017 della Giostra dei Rioni di Olmo (AR) per la gioia della capitana Arianna Baldini che conquista l’ambito “Olmo d’Oro” la scultura in legno realizzata dal maestro intagliatore Francesco Conti, dedicato alla Dama Castellana del Castello di Arquata del Tronto (AP).


Una Giostra particolarmente combattuta che si è aperta con la sfilata storica aperta dai Musici e Sbandieratori della Giostra della Stella – Palio delle Contrade di Bagno a Ripoli (FI) e con la rappresentanza del Castello di Arquata del Tronto (AP) con la Dama Castellana che ha sfilato con il costume realizzato dall’A.S.D. Giostra dei Rioni andato distrutto a seguito del sisma dello scorso ottobre.


Sono poi seguiti i quadri presentati dai figuranti di Olmo valutati da un apposita giuria che, dopo l’applaudita esibizione degli alfieri di Bagno a Ripoli accompagnati dal suono dei tamburini, hanno decretato quale miglior figurante la coppia composta dal Conte Agostino Oddi Baglioni (impersonato da Palmiro Parnetti) e la Contessa Maria Oddi Baglioni dei Duchi Roccamandolfi Gaetani d’Aragona sorella del Conte (Massai Teresa) e come Miglior quadro “Memoria e Commemorazione” (con Santini Sara – porta insegne, Santini Noemi, Guidelli Giulia, Marchetta Tania, Tremori Santina – deportate ebree, Sandali Sestino, Ansani Andrea, Santini Luca, Spadini Vittorio – partigiani, Tavanti Gianluca, Paolucci Luca, Succhielli Simone e Santini Daniele – camice nere).

Al termine il maestro di campo Paolo Parigi ha chiamato in campo i cavalieri per dare il via all’inizio della tenzone. La prima serie ha visto correre nell’ordine Gabriele Gamberi (Rione Olmo Alto) in sella a Jessica che ha effettuato il primo dei tre ein plein della serata centrando tutti e 4 anelli per 6 punti. E’ stata poi la volta di Niccolò Parnetti (Olmo Basso) su Nastrro Azzurro che ha centrato 3 anelli per 4 punti quindi Jonathan Anselmicchio (La Ripa/San Zeno) su Amaranta con 3 anelli e 5 punti gli stessi ottenuti anche da Cristian Salvi (Sant’Anastasio – Madonna di Mezzastrada) su Moashin
La seconda serie si è aperta con Alessandro Moretti (Olmo Alto) su Quito che ha centrato 2 anelli per 3 punti quindi Willer Giacomoni (Olmo Basso) su Linda che ha ottenuto il secondo ein plein della serata così come Alberto Liverani (La Ripa /San Zeno) in sella a Tulesu mentre Alessandro Ugolini (Sant’Anastasio – Madonna di Mezzastrada) su Toro chiudeva con 3 anelli e 5 punti.
Al termine delle carriere ordinarie si qualificano alla finale i rioni de La Ripa San Zeno (11 punti totali) e Olmo Basso (10 punti).


In un crescendo di emozioni si è quindi corsa la finale (con anelli del diametro di 3 centimetri la misura più piccola utilizzata nelle quintane all’anello in Italia) che ha visto scendere in campo per primo Anselmicchio che ha centrato 2 anelli per 6 punti seguito da Parnetti che ha invece centrato 3 anelli per 9 punti. La seconda serie ha visto i medesimi punteggi con Liverani che ha centrato 2 anelli per 6 punti e Giacomoni che chiudeva con 3 anelli e 9 punti con la classifica finale che vedeva Olmo Basso con 18 punti contro i 12 de La Ripa San Zeno.


Per il cavaliere faentino Willer Giacomoni anche la palma di miglior cavaliere del torneo.
(Per le foto si ringrazia Paolo Menchetti, Michela Manente, Davide Sacchetta, Francesca Lemmo, Christian Deledda e Samuele Laurenzi dell’Associazione Fotografica Imago di Arezzo)

 

Il Gruppo Storico Giostra della Stella – Palio delle Contrade sarà la colonna sonora della Giostra dei Rioni di Olmo

I Musici ed alfieri di Bagno a Ripoli accompagneranno, sabato 15 luglio, non solo il corteo storico della Giostra dei Rioni di Olmo, ma anche la rappresentanza del Castello di Arquata del Tronto (AP) partecipante alla Quintana di Ascoli Piceno con la quale il direttivo della manifestazione aretina ha adottato il rifacimento del costume più importante, ovvero la Dama Castellana, andato distrutto a seguito del sisma che ha raso al suolo Arquata.


Il programma prevede l’inizio del corteo storico alle ore 19,00 dalla storica piazzetta di Olmo quindi transiterà lungo la S.S. 71 fino all’altezza del civico 129 dove svolterà verso via Ristradelle per poi giungere al Campo Sportivo di Olmo.
Ci sarà poi l’esibizione degli sbandieratori che precederanno la proclamazione del vincitore del miglior quadro e del miglior figurante della Giostra.


A seguire l’attesa Quintana all’anello che vedrà scendere in pista le seguenti accoppiate: Rione Olmo Alto (contraddistinto dai colori bianco/verde e con capitana Annalisa Magrini) con Gabriele Gamberi di Arezzo e Alessandro Moretti di Sarteano.
Rione La Ripa – San Zeno (colori bianco/rosso con capitana Sabrina Giommetti) con Jonathan Anselmicchio di Amelia e Alberto Liverani di Faenza.
Rione Olmo Basso o Centro (colori bianco/azzurro con capitana Arianna Baldini) con Willer Giacomoni di Faenza e Niccolò Parnetti di Arezzo.
Rione San’Anastasio – Madonna di Mezzastrada (colori arancio/verde con capitana Sonia Olivieri) con Alessandro Ugolini di Arezzo e Cristian Salvi di Arezzo.

Inaugurazione I’BARroccio – Sabato 10 Giugno

 

INAUGURAZIONE – SABATO 10 Giugno dalle ore 18:30

 

Quando il caldo annebbia il cervello…quando i neuroni procedono al ritmo di un bradipo, facciamo fatica a fare qualsiasi cosa…

La notte però è un’altra cosa, complici i Mojito ghiacciati e le uniche ore fresche della giornata, e non andremmo mai a letto.

Finalmente a Bagno a Ripoli ci sarà un punto di aggregazione per animare le notti estive dove proporremo serate ed eventi artistici e culturali ogni sera diversi, rivolti proprio a tutti e sempre ad ingresso gratuito.

Non solo cocomero, ma musica dal vivo e dj set, spettacoli, aperitivi, cinema, presentazioni di libri, colazioni, merende, in uno spazio realizzato completamente con materiale riciclato dove stendersi sui comodi cuscini a godere il fresco dei Giardini i Ponti nelle serate estive.

Il chiosco propone gelati, granite, centrifugati, birra e cocktail anche in versione analcolica. 
Siamo aperti dal 7 giugno dalle 17.30. 

Cominciamo con l’inaugurazione sabato 10 alle 18.30 per il taglio del nastro!!!

Questo articolo è stato pubblicato il da .

Ad Arezzo il convegno sull’Ordinanza Martini sulle manifestazione dove vengono utilizzati equidi

Sono già 28 le città accreditate per il convegno in programma per lunedì 12 dicembre presso il Centro di Aggregazione Sociale di Giovi (AR) organizzato dal C.S.I. (Centro Sportivo Italiano) in collaborazione con la Scuderia Lady di Arezzo ed il Progetto nazionale “Sia dia inizio al Torneamento – Giostre, Quintane e Palii d’Italia”.

Un convegno che darà l’occasione, agli organizzatori, di confrontarsi con i rappresentanti del Ministero della Salute che interverranno sull’ordinanza Ministeriale che, nella sua ultima integrazione del 3 agosto 2016 prevede anche il divieto di utilizzare, nelle manifestazioni popolari, equidi di razza Purosangue Inglesi (PSI).
La partecipazione è riservata alle sole città e manifestazioni accreditate e per tutte le info si può contattare la segreteria organizzativa (Valentina Billi al 331.4139163 oppure Roberto Parnetti al 339.7448104).
A seguire l’elenco delle città, ed associazioni, già iscritte
1. A.E.R.R.S. – Associazione Emilia Romagna Rievocazioni Storiche
2. AREZZO – Giostra del Saracino
3. AREZZO – Quintana Anello d’Oro
4. ASCOLI PICENO – Quintana
5. ASTI – Palio
6. BAGNO A RIPOLI (FI) – Palio delle Contrade Giostra della Stella
7. BOMARZO (VT) – Palio di Sant’Anselmo
8. BUTI (PI) – Palio delle Contrade
9. CASTIGLION FIORENTINO (AR) – Palio dei Rioni Castiglionesi
10. CALVI DELL’UMBRIA (TR) – Palio delle Contrade
11. CRETI (AR) – Palio della Madonna di settembre
12. F.I.G.S. – Federazione Italiana Giochi Storici
13. FAENZA (RA) – Palio del Niballo
14. FERMO – Cavalcata dell’Assunta
15. FOLIGNO (PG) – Giostra della Quintana
16. FUCECCHIO (FI) – Palio delle Contrade
17. MASSA (MS) – Quintana Cybea
18. MOIE (AN) – Circuito Giostre Medievali
19. LEGNANO (MI) – Centro Ippico La Stella (corse pre Palio di Legnano)
20. MONTERUBBIANO (AP) – Armata di pentecoste, Sciò la Pica (Giostra all’Anello)
21. NARNI (TR) – Corsa all’Anello
22. OLMO (AR) – Giostra dei Rioni
23. PIANCASTAGNAIO (SI) – Palio
24. SAN SECONDO PARMENSE (PR) – Palio delle Contrade
25. SAN VINCENZO (LI) – Palio della Costa Etrusca
26. SARTEANO (SI) – Giostra del Saracino
27. SERVIGLIANO (FM) – Torneo Cavalleresco Castelclementino
28. SULMONA (AQ) – Giostra Cavalleresca

La Giostra della Stella una della manifestazioni di cui si parlerà al convegno ad Oristano

La Fondazione Sa Sartiglia di Oristano, in occasione delle Giornate della Storia, organizza un interessante Convegno dal titolo “Manifestazioni e rievocazioni storiche in Italia dal 1600 ad oggi”. Le Giornate della Storia, giunte quest’anno alla undicesima edizione, sono un evento culturale di rilevanza nazionale, promosso dalla F.I.G.S. (Federazione Italiana Giochi Storici) con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo e il Riconoscimento del Presidente della Repubblica ed è realizzato grazie alla collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Oristano, la Cooperativa La Memoria storica e con il contributo dell’Assessorato della Pubblica istruzione e Beni Culturali della Regione Sardegna.

L’appuntamento è per sabato 19 novembre, presso la Pinacoteca Comunale Carlo Contini ad Oristano a partire dalle ore 17, è vedrà quali relatori Roberto Parnetti di Arezzo giornalista ideatore del progetto nazionale “Si dia inizio al Torneamento: Giostre, Quintane e Palii d’Italia” riservato alle manifestazioni dove vengono utilizzati cavalli e Maurizio Casu di Oristano Consigliere della Federazione Italiana Giochi Storici e Responsabile del centro di documentazione e studio della Sartiglia.

Ad aprire il convegno, al quale sono state invitate tutte le manifestazioni e rievocazioni storiche della Sardegna, sarà il Sindaco Guido Tendas quindi l’intervento di Roberto Parnetti dal titolo “La storia della Giostre, Quintane e Palii in Italia”, dove si darà risalto anche alla Giostra della Stella (manifestazione che da anni è inscritta alla F.I.G.S.) a sui seguirà l’intervento di Maurizio Casu sulla storia della principale manifestazione sarda ovvero “La Sartiglia nel panorama della tradizione equestre in Sardegna”. 

Durante la serata sarà poi consegnato il Premio “Mantenedor” istituito dalla Fondazione per onorare e premiare coloro che si sono distinti nella ricerca, nella documentazione e nella valorizzazione della Sartiglia e dei beni culturali, materiali e immateriali, della città di Oristano.
Inoltre dalle ore 16,00 alle ore 20,00 sarà attivo, presso l’Hospitalis Sancti Antoni, un ufficio postale straordinario con lo speciale annullo filatelico per celebrare il 10° Anniversario di istituzione della Fondazione.